Senza niente da dire

“Senza niente da dire”

Senza niente da dire
ascolto

e senza niente da dire,
vuotando le braccia nude
lungo il corpo,

resto in attesa
di sentire il sibilo
del silenzio

e di capire
cosa dire
anche quando
da dire
forse…

Senza niente da dire
si parla
senza parlare,

senza niente da dire
dico
e riesco ad ascoltare

*questa poesie esprime tutto il travaglio dell’artista che, pur sentendosi pieno di sensazioni cede al fatto che esse non siano verbalizzabili(senz aniente da dire/si parla/senza parlare), è la personale rincorsa poetica verso una scrittura del silenzio, è una tensione verso uno stato di empa e simpa tia che sogna ed anbisce alla telepa tia
In questa sua opera il poeta denuncia la mancanza d’ascolto [ascolto, resto in attesa, parlo senza parlare, dico, ascolto: io io io] delle proprie sensazioni anche quando esse non siano verbalizzabili, denuncia la mancanza di tentativo comunque perdente di denudarsi senza protezione [vuotando le braccia nude lungo il corpo](concetti presi dalla poetessa -omissis- del quale l’autore nutriva forte stima [leggasi fugace innamoramento ndr]).

 

(Vetrice-Pontassieve-Firenze 10-ottobre-2013)