laboratorio sul Clown ed il suo amico pagliaccio

-il laboratorio prevede  dieci incontri “attivi” all’interno dei quali si sperimenterà le tecniche e le dinamiche del clown e del pagliaccio con particolare riferimento ai meccanismi di autoironia propria e del gruppo

-il percorso laboratoriale non prevede la possibilità di classi miste ma è possibile effettuarlo con bambini e ragazzi dalle elementari alle medie superiori
-il percorso risulta particolarmente indicato la dove vi siano dei disagi (d’apprendimento, comportamentali, relazionali o altro)
-non si prevedono ma non si escludono elaborati finali
.
Questo percorso focalizza sull’arte comica del Naso Rosso del Clown, è un percorso molto difficile, il clown è figura seria e malinconica anche se comica e simpatica, parla di umanità  e si differenzia assai dal pagliaccio che è un buffone, tutto trucco e niente anima e che di “lavoro” fa palloncini davanti ai fast-food per pubblicizzare un hamburgher.
Che lavoro fa il clown? fa ridere i bambini quando sono tristi.
Insomma lavorare così nettamente sul comico vuol dire lavorare sulla tristezza, i bambini spesso sono pronti, non possiamo dire altrettanto di noi adulti.
Per questo propongo il presente laboratorio con le dovute cautele soprattutto nelle classi primarie pur ritenendolo straordinariamente importante.
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *